Blog

Applicazioni Lenti a Contatto

Applicazioni Lenti a Contatto

Le lenti a contatto sono un delicato e utile strumento di correzione della vista, che permette una percezione visiva completa e una visione periferica perfetta. Inoltre sono sicure e comode, adatte sia a chi le utilizza tutto il giorno, sia solo in particolari occasioni.

L’uso scorretto delle lenti a contatto può causare gravi danni alla salute dei nostri occhi.
Fondamentale è quindi sottoporsi a controlli periodici e seguire attentamente i consigli del contattologo, sul corretto utilizzo delle lenti e sulla loro manutenzione.
La pulizia è vitale nell’utilizzo delle lenti a contatto, perché assicura sempre una visione ottimale e soprattutto mantiene la buona salute degli occhi nel tempo.
E’ consigliabile evitare l’utilizzo delle lenti a contatto in alcuni ambienti (polveri, fumi…) o in presenza di particolari condizioni atmosferiche (vento forte…) che potrebbero contaminare le lenti o determinare traumi alla cornea.
Inoltre alcuni tipi di lavoro sono adatti all’utilizzo di lenti, per altri invece è consigliabile l’uso degli occhiali.


Rivolgetevi al Contattologo di Ottica Ginanni per un consiglio mirato sulle lenti che più soddisfano le vostre esigenze personali.

APPLICAZIONE LENTI A CONTATTO

Prima di maneggiare le lenti

  • Lavarsi sempre le mani, asciugandole con cura.
  • Non utilizzare saponi che lasciano residui, profumi, creme o altro. Consigliabile l’utilizzo di saponi al PH neutro.
  • Non toccare le lenti con le unghie
  • Assicurarsi, in caso di lente morbida, che non sia rovesciata. In questo caso non sarà stabile e potrebbe causare situazioni di disagio oculare.
  • Esaminare sempre la lente, accertandosi che sia pulita ed integra.
  • Assicurarsi che la lente sia quella dell’occhio giusto.
  • Non rimuovere le lenti dal contenitore nello stesso momento. Toglierne una per volta ed inserirla nell’occhio. E’ consigliabile iniziare sempre dalla stessa lente.

Per chi porta Lenti a Contatto Morbide

Applicazione

  • Lavarsi accuratamente le mani e asciugarle bene.
  • Prendere la lente con il polpastrello, iniziando sempre dalla stessa. Eliminare il liquido in eccesso e se presenta qualche corpuscolo risciacquarla con la soluzione salina per pulirla.FONDAMENTALE:
    MANO DESTRA APPLICA LENTE DESTRA, MANO SINISTRA APPLICA LENTE SINISTRA
  • Verificare il verso corretto della lente, piegandola e premendo tra le dita la zona centrale. Se i bordi piegano verso il centro (a coppa) è il verso giusto, se piegano verso l’esterno (a piatto) è il lato sbagliato.
  • Porre la lente sul polpastrello dell’indice. Spalancare l’occhio, abbassando la palpebra inferiore con il medio della stessa mano, mentre l’indice dell’altra solleva la palpebra superiore.
  • Appoggiare la lente nell’occhio, non necessariamente centrata nella cornea. La lente non aderirà alla cornea finchè tutto il bordo non sarà appoggiato sull’occhio.
  • Guardare verso il basso e rilasciare lentamente la palpebra chiudendo lentamente l’occhio. La lente si auto centrerà. Se si creano delle piccole bollicine d’aria sotto la lente, chiudere l’occhio e massaggiare leggermente la palpebra. Se a questo punto la visione non è soddisfacente, rimuovere e riapplicare la lente.

Rimozione

  • Instillare una goccia di soluzione salina o umettante nell’occhio, in particolare se lenti sono state usate in ambienti secchi (aria condizionata, spiaggia…).
  • Spalancare l’occhio, abbassando la palpebra inferiore con il medio mentre l’indice poggia sulla lente spostandola verso il basso; con l’indice dell’altra mano sollevare la palpebra superiore.
  • Pizzicare la lente leggermente con l’aiuto del pollice ed estrarla.
  • A questo punto procedere alle operazioni di pulizia e conservazione.

Per chi porta Lenti a Contatto Rigide e/o Gaspermeabili

Applicazione

  • Lavarsi accuratamente le mani e asciugarle bene.
  • Prendere la lente con il polpastrello, iniziando sempre dalla stessa. Eliminare il liquido in eccesso e se presenta qualche corpuscolo mettere qualche goccia di liquido umettante.FONDAMENTALE:
    MANO DESTRA APPLICA LENTE DESTRA, MANO SINISTRA APPLICA LENTE SINISTRA
  • Porre la lente a contatto sul polpastrello dell’indice, con il medio della stessa mano abbassare la palpebra inferiore mentre con l’indice dell’altra si solleva la palpebra superiore.
  • Fissare sempre in direzione della lente, fino a quando non avrà toccato la cornea.
  • Rilasciare lentamente le palpebre. Verificare il corretto posizionamento della lente chiudendo l’altro occhio e osservando la corretta qualità della visione dell’occhio dove è stata applicata la lente.

Se la lente non è posizionata correttamente, si può rimuoverla con l’apposita ventosa e riposizionarle, oppure:

  • Individuarla e guardare nella posizione opposta a dov’è localizzata nell’occhio.
  • Con l’aiuto di pollice ed indice posizionati esternamente sulle palpebre, bloccare lo scorrimento della lente.
  • Ruotare lo sguardo in direzione della lente.

Rimozione
Metodo A

  • Spalancare il più possibile le palpebre senza l’aiuto delle dita sbarrando gli occhi.
  • Aumentare la pressione delle palpebre con una trazione dell’indice alla congiuntura delle palpebre verso la tempia.
  • Chiudendo l’occhio la lente dovrebbe staccarsi, pizzicata dal bordo delle palpebre.

Metodo B

  • Spalancare il più possibile le palpebre con l’aiuto delle dita.
  • Fissare l’apposita ventosa impugnata dalla mano corrispondente all’occhio (mano dx – occhio dx, mano sx – occhio sx).
  • Appoggiare la ventosa sulla lente con una leggera pressione e rimuovere immediatamente la lente agganciata.

A questo punto procedere alle operazioni di pulizia e conservazione.

  • Se i tuoi occhi si arrossano, bruciano e danno sensazione di prurito.
  • Se noti un cambiamento anche minimo nella visione.
  • Se noti una sensazione di fastidio.
  • Se provi particolare sensibilità alla luce o vedi aloni attorno agli oggetti.
  • Se noti un aumento della lacrimazione o una secrezione anormale.

Alcuni di questi sintomi possono essere avvertimenti di problemi più seri. E’ necessario in questi casi un controllo accurato delle lenti e un esame approfondito degli occhi.
Nel caso in cui prodotti chimici, come detersivi, prodotti per il giardino,.. venissero a contatto con i vostri occhi, non rimuovere subito le lenti. Prima sciacquare abbondantemente gli occhi e poi rimuovere le lenti. Contattare subito il proprio contattologo o raggiungere immediatamente il primo pronto soccorso nelle vicinanze.
E’ fondamentale, per chi porta con regolarità le lenti a contatto, sottoporsi con regolarità a controlli presso il proprio contattologo di fiducia. Questa buona abitudine assicura un successo certo nel corretto utilizzo delle lenti a contatto.


MANUTENZIONE LENTI A CONTATTO

La disinfezione delle lenti a contatto è fondamentale per garantirne un corretto utilizzo e assicurare la salute dei nostri occhi.
Nell’ultimo quindicennio si è giunti alla creazione di sostanze disinfettanti per nulla tossiche molto pratiche e versatili. Il sodio edetato (EDTA), ad esempio, è un agente chelante, che produce i suoi effetti rimuovendo gli ioni di calcio dalle soluzioni e frantumando le pareti cellulari. Esso viene utilizzato come preservante in quasi tutte le soluzioni per lenti a contatto.
Il primo metodo di disinfezione chimica è stato il perossido di idrogeno al 3%, che rimane ad oggi il disinfettante più efficace per lenti a contatto. Esso ha un ampio spettro antibatterico ed uccide un gran numero di microrganismi in breve tempo, e dopo quattro ore, è attivo anche contro funghi e protozoi.
Nella soluzione al perossido deve essere aggiunto un agente neutralizzante per un certo periodo di tempo al fine di ottenere una reazione che stacca una molecola di ossigeno dal perossido e fa rimanere le lenti in soluzione salina sterile.
Negli ultimi anni sono state studiate soluzioni alternative all’utilizzo di chlorexidine e thimerosal, che offrono una grande capacità fungicida ed antibatterica con una minima intolleranza oculare ed una minima interazione con i materiali di cui sono costituite le lenti.
Il disinfettante più diffuso in questi nuovi tipi di soluzione è la ployesamethilenbiguanidina.

Le soluzioni per lenti devono comunque avere delle caratteristiche fondamentali:

  • Sterilità
    Importante non solo nel momento della produzione del prodotto ma anche e soprattutto per tutta la durata del suo utilizzo.
  • Sicurezza
    Tale requisito viene garantito dalla Direttiva 93/42/CE. Il produttore deve attenersi ad una serie di procedure dettate dalle normative CE.
  • Efficacia
    La verifica da parte dell’ente certificante è il requisito base per il rilascio del marchio CE. E’ necessario pulire e disinfettare le lenti quotidianamente per assicurarne un corretto funzionamento.

Di seguito qualche consiglio.

Pulizia

  • Per pulire le lenti, poggiare la lente tra indice e medio o sul palmo della mano e porre su entrambe le superfici della lente alcune gocce della soluzione detergente. Strofinare leggermente tra pollice e indice, o palmo della mano e indice, ripetutamente. In caso di difficoltà o timore di danneggiare la lente per dita screpolate o ridotta sensibilità, esistono apparecchi appositi per la pulizia.
  • Risciacquare accuratamente la lente con la soluzione salina e la soluzione disinfettante. Ogni 7/15 gg è opportuno rimuovere i depositi di muco-proteine lasciati sulle lenti utilizzando specifici enzimi. E’ necessario fare attenzione in quanto questi depositi possono dar luogo a reazioni allergiche.

Attenzione: per il risciacquo non utilizzare mai acqua del rubinetto o distillata e tantomeno bagnare le lenti con la saliva in quanto batteri e virus del cavo orale possono danneggiare gli occhi.

Disinfezione

Quando le lenti vengono rimosse dall’occhio è necessario mantenerle nella soluzione disinfettante che deve essere sostituita quotidianamente; nel caso di un prolungato non utilizzo delle stesse lenti va rinnovata periodicamente secondo le indicazioni del contattologo.
Le lenti a contatto morbide devono sempre rimanere idratate nella soluzione per evitare danni irreversibili.

Per prevenire le contaminazioni è necessario:

  • Evitare il contatto del beccuccio del flacone con le mani, con la lente o con il bordo del contenitore.
  • Richiudere il flacone subito dopo l’uso.
  • Utilizzare le soluzioni che non siano scadute!
  • Non utilizzare soluzioni aperte da più mesi. Per questo è consigliabile scrivere sul flacone la data di apertura e la data entro cui utilizzarlo.

Il Portalenti

Pulire settimanalmente il portalenti con il detergente eventualmente aiutandosi con un cotton fioc.
Sciacquarlo con acqua calda corrente e lasciarlo asciugare proteggendolo con un fazzolettino di carta. Sostituire il contenitore almeno ogni 3 mesi.


Info Utili

IL PERIODO INIZIALE
Inizialmente le lenti devono essere utilizzate per periodi brevi e progressivi in quanto si possono presentare dei sintomi come la sensazione di un corpo estraneo, la mobilità della lente, l’aumento della lacrimazione ed il fastidio della luce. Durante il primo periodo d’adattamento la lacrimazione può essere copiosa ed il rischio che la lente fuoriesca inavvertitamente è maggiore.
E’ importante seguire il programma di adattamento stabilito dal contattologo.

IL TRUCCO E LE LENTI
Con lenti ci si può truccare tranquillamente, ma va fatta attenzione ad alcune regole. E’ fondamentale truccarsi dopo aver applicato le lenti, prediligendo trucchi (ombretti, creme …) con particelle micronizzate.
E’ importante non applicare matita o eyeliner sul bordo palpebrale tra ciglia e occhio per non ostruire i dotti escretori delle ghiandole che secernono una componente fondamentale della lacrima.
E’ fondamentale lavarsi accuratamente le mani insistendo sui polpastrelli se si devono maneggiare le lenti dopo aver toccato creme grasse (doposole, abbronzanti, contorno occhi …). Queste sostanze possono sporcare la superficie della lente impedendo alla lacrima di bagnare uniformemente la superficie
Evitare sempre che le lenti entrino in contatto con saponi, creme, profumi, detergenti. La lacca per i capelli va usata prima dell’applicazione oppure ad occhi perfettamente chiusi.

FARMACI E LENTI A CONTATTO
Il confortevole utilizzo delle lenti a contatto dipende da una buona quantità e qualità del film lacrimale.
L’utilizzo di alcuni farmaci come diuretici, antistaminici, decongestionanti, tranquillanti, ormoni contraccettivi, possono provocare alterazioni della lacrima rendendo fastidioso l’uso delle lenti. Pertanto vanno sempre lette le avvertenze del farmaco e verificare se questo dà effetto sulla lacrimazione.
Anche alcune patologie posso interferire con l’utilizzo delle lenti influenzando e modificando la lacrimazione: reumatismi, diabete, alterazioni ormonali.
In caso di raffreddore o influenza rimuovere sempre le lenti per evitare una contaminazione dal cavo orale all’occhio tramite i canalini lacrimali.

Avvertenze:comunicare sempre al vostro contattologo l’utilizzo di farmaci e
la presenza di patologie soprattutto se danno effetti sulla lacrimazione.

SPORT E LENTI
Usare le lenti a contatto è pratico e comodo in tutti gli sport.
E’ preferibile utilizzare lenti monouso e proteggere gli occhi soprattutto negli sport acquatici per evitare che le lenti entrino in contatto con agenti irritanti e contaminanti, causando eventuali gravi infezioni.

Avvertenze:in piscina, al lago o al mare è sempre meglio utilizzare
gli occhialini o la maschera e le lenti monouso.

CONTROLLO GIORNALIERO DEGLI OCCHI
Le lenti a contatto non devono interferire con il normale metabolismo dell’occhio e pertanto chi porta lenti a contatto con regolarità deve stare sempre molto attento ai propri occhi. Deve controllare quotidianamente che la visione sia limpida, che gli occhi non siano arrossati e che non facciano male.In caso di sintomi anomali è necessario rimuovere le lenti e contattare immediatamente il contattologo.

Avvertenze:Fondamentale è evitare di instillare nell’occhio farmaci colliri indossando le lenti, se non specificatamente indicato dal medico. In caso di infezioni oculari non si devono riapplicare le lenti previa approvazione del medico e previa sostituzione o ripristino delle stessa da parte del contattologo.

DURATA DELLE LENTI
Rispettare i termini di utilizzo indicati per ogni lente, anche se queste risultano ancora confortevoli all’uso; è di vitale importanza per evitare il manifestarsi di alterazioni di vario genere. Oltre a effetti indesiderati si può incorrere alla sospensione dell’utilizzo con successiva difficoltà di adattamento alle nuove lenti.

Avvertenze:rimuovere sempre le lenti prima di addormentarsi.


Domande e Risposte

Ho la visione sfuocata. Perchè?

Le possibili cause sono:

  • Uno scambio tra lente dx e sx
  • Una lente rovesciata, se si utilizzano lenti morbide
  • Una superficie non perfettamente pulita

Se si ha una visione sfuocata, rimuovere le lenti e ripetere le operazioni di pulizia e risciacquo. Controllare che la lente sia nella giusta posizione e nel verso corretto, quindi inserirla di nuovo.

Ho perso una lente nell’occhio

Non è possibile perdere una lente nell’occhio, però può essersi mossa o caduta. Se si fosse mossa, è consigliabile usare una leggera pressione sulla palpebra per rimuoverla e farla tornare nella giusta posizione.

Ho gli occhi arrossati, perché?

Gli occhi si possono arrossare a chiunque, sia che indossi lenti a contatto, sia che non le porti. L’arrossamento può essere causato da tanti fattori diversi: polvere, vento, smog, stanchezza, luce forte, calore. In questi casi rimuovere le lenti finchè il rossore non è passato. Se il sintomo persiste consultare il contattologo e il medico oculista.

La lente mi dà fastidio

Una lente che dà fastidio va subito rimossa, pulita, risciacquata, disinfettata e reinserita. Se il disagio continua ripetere le operazioni di pulizia e consultare il contattologo.

La lente non è perfettamente idrata: la posso utilizzare?

Le lenti morbide devono sempre essere perfettamente idratate, non applicarle mai se non sono in questa condizione.

Posso truccarmi con le lenti applicate?

Si, ma fare sempre attenzione. Se si utilizzano degli spray usare molta cautela e chiudere gli occhi durante l’operazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *